18.4.14

La seggiovia

Quindici interminabili piloni
di percorso tra i pini profumati,
la lunghissima seggiovia nei monti,
vanno su e giù i sedili allineati;
il bimbo lì pensoso, traballante,
è timoroso, folla di vertigini,
ogni pilone un sobbalzo angosciante!
Scorge lassù la vetta ancor lontana,
se guarda in basso vede il dolce verde,
la chiesa, le casette, i sentierini,
sulle nuvole gli par di volare,
in alto, oltre i solenni acuti pini,
si sente obnubilato, evanescente,
al bracciolo si aggrappa preoccupato
mentre il paesaggio scorre lentamente.
Il viaggio di ritorno fa impressione:
nel vuoto gli par d'essere lanciato
immantinente, quasi con furore,
sopra l'immenso ventoso vallone
su quella sedia instabile nell'aria,
piccolo, frale, nel vivido ardore
del vasto panorama mozzafiato.
Seggiovia, formidabile avventura
nella mente fanciulla, gran paura!

Pietro Brosio


Nessun commento:

Posta un commento